Carrello della spesa
Il Regno Unito domina il mondo dell'abbigliamento e della moda Ecco come

Il Regno Unito domina il mondo dell'abbigliamento e della moda. Ecco come

L'industria tessile del Regno Unito svolge da secoli un ruolo fondamentale nell'economia del paese. L'industria tessile del Regno Unito ha guidato la rivoluzione industriale, la tecnologia avanzata, le importazioni di materie prime e una migliore logistica. Di conseguenza, il Regno Unito è diventato il leader mondiale dell'industria tessile.

Oggi, l'industria tessile del Regno Unito detiene una quota di mercato del 6% solo nel settore della moda. Il valore di mercato interno dell'industria della moda nel Regno Unito in circa 66 milioni di sterline. Il consumo totale di abbigliamento per la casa nel Regno Unito è superiore a 6 milioni di dollari all'anno. Il paese dispone di avanzate tecnologie di filatura e tessitura per produrre la più ampia e di alta qualità della collezione di tessuti. Successivamente, i tessuti vengono esportati e forniti in Europa, Medio Oriente, Cina, Pakistan e in altre parti del globo. 

Preindustrializzazione

All'inizio del XVIII secolo, l'industria tessile chiave del Regno Unito produceva tessuti dalle grandi aree di allevamento di pecore del Midland e delle altre regioni del paese. L'industria tessile del Regno Unito ha impiegato la Gran Bretagna aprendo importanti centri nel West Country, Norwich e dintorni, e nella West Riding dello Yorkshire. Il commercio di esportazione di prodotti di lana ha rappresentato più di un quarto delle esportazioni britanniche durante il XVIII secolo. È interessante notare che le esportazioni di cotone sono cresciute di dieci volte durante il periodo, ma ciò rappresentava ancora solo un decimo del commercio di lana. Inoltre, tessuti come la seta, il fustagno e il lino sono stati eclissati dal cotone, che si è rivelato il tessuto più importante di tutti i tempi.

Rivoluzione industriale tessile nel Regno Unito

Più tardi nel XVIII secolo, il cambiamento principale fu verso la produzione basata su macchine dal lavoro e da un'economia basata sugli animali. L'industria tessile britannica si stava meccanizzando con lo sviluppo di tecniche di produzione del ferro e l'aumento dell'uso del carbone raffinato. I produttori tessili erano ora in grado di trascinare migliaia di persone da lavori a bassa produttività in agricoltura a lavori urbani ad alta produttività. 

All'inizio del XIX secolo, il cotone americano importato ha sostituito la lana nel nord-ovest dell'Inghilterra. Anche se la lana è sempre rimasta il capo tessile dello Yorkshire.

L'industria tessile può essere identificata come catalizzatore dello sviluppo tecnologico. Il progresso del commercio tessile nel Regno Unito ha presto superato i fornitori originali di materie prime poiché la crescita economica non è stata sostenuta dalla sola domanda interna. La tecnologia avanzata e il sistema di fabbrica del Regno Unito hanno creato i livelli di produzione di massa e di efficienza dei costi, che hanno consentito ai produttori britannici di esportare vestiti e altri beni economici in tutto il mondo.

Il leader globale

Nel periodo tra il 1815 e il 1870, la Gran Bretagna raccolse i vantaggi di essere la prima nazione industrializzata moderna del mondo. Il paese si è definito "l'officina del mondo", il che significa che i suoi prodotti finiti sono stati prodotti in modo così efficiente ed economico da vendere sottovendita qualsiasi prodotto comparabile. 

Il 30% delle esportazioni britanniche andò al suo Impero entro il 1820 e gradualmente salì al 35% entro il 1910.

Nel 1900, la quota globale della Gran Bretagna salì al 22,8% delle importazioni totali. Nel 1922, la sua quota mondiale salì al 28,8% e al 14,9% delle esportazioni di manufatti e delle esportazioni totali. 

Lo scenario attuale

Con la crescente domanda di abbigliamento a buon mercato, i rivenditori sono alla continua ricerca di modi economici per mantenere le scorte. Oggi il costo del lavoro è 37 volte inferiore se esternalizzato in Asia rispetto a quando si acquista da fornitori nazionali. Tuttavia, la maggior parte delle catene di negozi di alta moda continuano a voltare le spalle all'abbigliamento fabbricato nel Regno Unito, il che si traduce in molte campagne per Buy British.

Oggi due delle principali preoccupazioni dell'industria tessile del Regno Unito sono le infrastrutture e le competenze. Per i produttori di cotone raggiungere nuovamente i massimi all'inizio del XX secolo è piuttosto difficile. Tuttavia, il Regno Unito ha dedicato competenze e infrastrutture considerevoli al ripristino del produttore di cotone.

Tuttavia, il Regno Unito detiene la prima 15esima posizione nell'elenco dei produttori di prodotti tessili a livello mondiale. L'industria tessile del Regno Unito si sta muovendo verso un futuro migliore iniziando in piccolo, producendo beni di alta qualità, indumenti di lusso e innovando continuamente nuovi.

Acquista questa ultima collezione di capi di moda che dovrebbero essere nel tuo guardaroba:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Consegna gratuita in tutto il mondo

Su tutti gli ordini superiori a £ 50

Resi facili in 30 giorni

Garanzia di rimborso di 30 giorni

Materiali di altissima qualità

Realizzato con materiali della migliore qualità

100% Pagamento sicuro

MasterCard/Visa/Amex/Klarna